Bureloni – Canale nord – Scialpinismo 2009

Tempo di lettura: 3 minuti

Cavoli un Willy così determinato non l’avrei mai detto….. io che volevo fare un “innocuo” Passo delle Farangole, e l’indomito mi trascina su per il canale nord dei Bureloni.

Ramingo lo seguo su per la Val Venegia alle sei di mattina; siamo in pochi a partire all’alba, e quasi pensiamo di aver fatto troppo presto avendo visto il parcheggio vuoto. Superata la Malga Venegiotta cominciano ad arrivare a frotte dalla Baita Segantini; ci passa un gruppetto di tutine, uno mi pare di averlo visto domenica scorsa al Palaronda; noi teniamo un efficace passo da gita con tanto di rampant;le mie pelli della domenica sonoormai alla frutta.

Man mano (o pied piede, o sc sci) che saliamo Willy insiste sul canale che si apre maestoso di fronte a noi; non sembra poi così ripido, ma cambiare itinerario all’improvviso non è da me, e non ho letto relazioni non tanto sulle condizioni (che sembrano ottime) quanto sull’uscita che non si intravede.Arrivati all’imbocco tutti dirigonoa sinsitra verso i lMulaz o verso ilPasso delle Farnagole; vedendo delle tracce di salita decidiamo di provare; la neve sembra ottima e la temperatura anceh. Appena partiti si fanno dietro di noi in due; scambiamo due parole, “Un pò di compagnia non guasta” ci dice giustamente.

Mi avvio su per il pendio, dopo 50 metri vediamo che le impronte fanno dietro front!!! Colpo di scena…. che fare? Oramai siamo in pista, balliamo! Procedo lentamente nella neve intonsa; battere traccia è tutta un’altra cosa, ma con ritmo regolare salgo parecchio; ogni tanto mi volto a vedere se Willy arriva; sotto l’altra coppia ancora non si vede.  I lcanale comincia a scaricare, purtroppo le cime prendono sole dalle 7 del mattino, e soprattutto a destra mollano parecchia roba, tutta di piccolo calibro peraltro. Il canale è agevole, ma ci sono degli evidenti accumuli sui quali non mi dilungo, preferendo accellerare il passo. Arrivato alla torre di roccia che segna i tre quarti del canale tengo la sinistra verso un punto che sembra più stretto ma che non scarica perché le rocce sovrastanti sono in ombra; scommessa vinta: il canale esce verso l’ alto impennandosi, ma già sento le voci di quelli di sopra che arrivano dal Passo delle Farangole ed in breve sono fuori al sole, curiosamente giusto con quelli che ci avevano passato di gran carriera sotto.

Faccio due chiacchere aspettando Willy con il ragazzo incontrato la settimana scorsa; sono delle valli, e conoscono parecchi itinerari che già si disegnano nella mia mente; un paio arrivano di gran fretta dal Passo Rolle, pur avendo fatto due canali come il Travignolo e quello della Val Strutt; certa gente occorre accopparla per fermarla…

Arriva anche Willy,  la seconda cordata invece non ancora; andiamo allora in vetta utilizzando ancora i ramponi; dalla cima un panorama spettacolare; non so se mi piace di più l’altopiano della Rosetta, la Vezzana (con tracce di discesa), Passo Rolle o  il Lagorai ancora completamente innevato. In discesa sono tentato dallo scendere dallo stesso percorso; ci sarebbero delle gran condizioni, Willy però non mi accompagnerebbe, e che dire poi al fido KarlHeinz che gigioneggia sulle piste di Bellamonte? Posso forse io fargli un simile sgarbo? Incrociamo l’altra cordata decisa a scendere; facciamo due chiacchere insieme, ma forse certe cose è meglio condividerle con gli amici fidati con cui si va spesso. Opto per tornare per il Passo delle Farangole su un firn stupendo; breve risalita a piedi, facciamo il giro di una enorme meringa e poi scendiamo su ottima neve; traversiamo a destra su un canale che non sembra avere sbocco; un tipo ci richiama all’ordine con aria paterna: “Ragazzi la via facile è questa!!!!. Mi ricorda mia madre che mi chiamava per cena quando scorrazzavo per Vigolo in estate…. qualcuno forse vuole andare per la chicken way????

Consulto la carta che non mi da informazioni sufficienti, mi sposto più in là fino a vedere sul fondo una uscita..  e vai!!!!! Polvere allora, ad Aprile!!!!!

Ci ricongiungiamo con la via di rientro del Mulaz, su neve dura che non ha ancora mollato, e dire che sono le 11 di mattina; poi lungo rientro, anche se data al temperatura gli sci scorrono ancora bene fino alla macchina. Grazie Willy!!!

Bureloni Passo Farangole GPX file

svgallery=bureloni2009

0 comments to “Bureloni – Canale nord – Scialpinismo 2009”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.