Marocco Bike Trip 2009 – Tisla – Zagora

Oggi purtroppo è l’ultima tappa; ormai ci eravamo abituati alla compagnia, al cibo, al “noioso” tran-tran delle nostre giornate; l’obbiettivo è le prime dune del Sahara, 23 km a sud di Zagorà.

Si viaggia un pezzo di asfalto per poi rituffarci sulle antiche piste a lato del gigantesco palmeto della Draa Valley; mi stupisco  come Maurizio conosca questi posti; certe tracce non ci sono nemmeno sull’incredibile GPS “autoprodotto” di Antonio con mappe dell’Istituo Geografico Francese. Difatti all’imbocco di un paese chiacchera più chiacchera meno lo distraiamo e ci concediamo una digressione tra le antiche mura, per finire nel bel mezzo del palmeto dove la Toyota non ci può più seguire; poco male, dietrofront e ci ricongiugiamo  sulla traccia; l’occasione è buona per una foto insieme..

Draa Valley Bike

Ci rimettiamo in marcia attraverso paesini godendo della vita quotidiana delle persone; è venerdì ed incredibilmente ci sono piccoli mercati di pesce all’ombra; sarà anche parte del nostor pranzo; dal nostro cuoco solo prodotti locali a km zero!!!

L’unico intooppo della giornata è la ruota posteriore della “fuoriserie” di Maurizio; in realtà il perno della ruota dietro era fuori posto già alla partenza come gli avevo comunicato, ma l’occasione era troppo ghiotta per dare dimostrazione pratica a tutti (bambini marocchini compresi) di un intervento in pieno stile “Corso di preparazione al viaggio”!!!

Oggi sentiamo particolarmente il caldo, e passiamo più tempo del previsto all’ombra a pranzo in attesa che il sole cominci a calare; arriviamo quindi a Zagorà verso le tre; si comincia a respirare aria di deserto; aumentano i dromedari (tanti solo per i turisti), la fisionomia delle persone  vira  con continuità da lineamenti arabi a quelli del centrafrica; anceh il colore della paelle  sembra diventare più scuro; ci stiamo avvicinando al grande Sahara.

Giusto il tempo per scaricare le borse nella tenda berbera preparata per l’ultima notte e poi via di nuovo verso sud; la tappa dovrebbe essere breve, ma si rivela la più dura del previsto; un forte vento contrario limita lavelocità e spazza il gruppo come fossimo alla Parigi-roubaix; sto in fondo con Giorgia cercando di fare trenino, pian paino “recuperiamo” Eleonora e Fabiana, per fortuna anche Wladi ed arriviamo alle dune in tempo per le ultime foto del tramonto.

Marocco Tisla Zagora GPX file

This SimpleViewer gallery requires Macromedia Flash. Please open this post in your browser or get Macromedia Flash here.
This is a WPSimpleViewerGallery

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine