Gronlait bike & hike

Tempo di lettura: 3 minuti

Versione estiva del mio giro in solitaria in bici con gli sci; giornata splendida allora, ma fu l’ultima boccata di respiro prima del blocco totale dovuto al coronavirus.

Quei due mesi alla finestra a guardare cime immacolate mi hanno risvegliato la voglia di esplorare, e dopo essere tornato dal mare ne ho approfittato subito per cominciare una serie di giornate all’avventura. Partendo da casa ovviamente.

Lungo la strada per Kamauz sculture di legno
Lungo la strada per Kamauz sculture di legno
Lungo la strada per Kamauz sculture di legno
Lungo la strada per Kamauz sculture di legno
Lungo la strada per Kamauz sculture di legno
Lungo la strada per Kamauz sculture di legno
All'agritur Van Spitz tutto chiuso di mattina presto
All’agritur Van Spitz tutto chiuso di mattina presto
Dopo Van Spitz sentiero di collegamento con la Bassa: finalmente ci si diverte.
Dopo Van Spitz sentiero di collegamento con la Bassa: finalmente ci si diverte.
A la Bassa qualche escursionista e tempo uggioso oggi.
A la Bassa qualche escursionista e tempo uggioso oggi.
Il sentiero fino al Rincher è proprio flow come dicono quell ifighi.
Il sentiero fino al Rincher è proprio flow come dicono quelli fighi.
Il sentiero fino al Rincher è proprio flow come dicono quell ifighi.
Il sentiero fino al Rincher è proprio flow come dicono quell ifighi.

Dopo svolto a sinistra per salire alla forcella tra il Gronlait e il Pizzo Alto, la Portela. Dopo un primo pezzo divertente e sfidante mi arrendo all’evidenza e spingo.

Salendo alla Portela
Salendo alla Portela
Salendo alla Portela
Salendo alla Portela

Alla Portela cambio di assetto e, sfruttando le scarpe da freeride, salgo fino alla cima del Gronlait; non ci ero mai stato in estate, del resto sono posti che frequento solo in inverno, e oggi con le nuvole non riesce a impressionarmi. Unica nota positiva la compagnia di tante marmotte che però sono troppo abili per farsi fotografare.

In cima al Gronlait
In cima al Gronlait

Tornato sui miei passi incontro i due motociclisti che sentivo scorrazzare per i prati mentre salivo. Sono stato anche io endurista, ma oggi mi sembra così stonato il loro sport qui in quota che non riesco a capirli. Ho persino chiamato la forestale (ne ho parlato prima con una guida alpina incontrata in salita) che, dopo avermi passato un paio di personaggi, non sapeva esattamente nemmeno dove fosse la Portela.

Provano a scendere la Portela verso la val dei Mocheni ma si arrendono alla prima difficoltà, rischiando di rovinare a valle con la moto; alla fine si mettono in due per calare le moto nell’unico passaggio che anche io sarò costretto a fare a piedi. Dopo una prima parte di bici in spalla il sentiero è bellissimo, tra pascoli alpini e masi in un paesaggio idilliaco fino in valle.

La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.
La discesa dalla Portela in val dei mocheni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.