Triathlon Sprint Iron Cross Lido di Capoliveri – Triathlon 2016

Tempo di lettura: 2 minuti

Triathlon Sprint Iron Cross Lido di Capoliveri, isola d’Elba: il miglior modo di cominciare la triplice disciplina.

Con il nuoto abbozzato dopo l’infortunio di dicembre alla spalla che posso dire? Proverò a perdere il meno possibile a nuoto e poi cercherò di recuperare il recuperabile. Al via non sono proprio convinto, tira vento forte ed è pure freddo, dannato ciclone Medusa, ero venuto all’Elba per stare al mare al calduccio!!

Triathlon Sprint Iron Cross Per fare tre discipline ci vogliono tre numeri

Triathlon Sprint Iron Cross Per fare tre discipline ci vogliono tre numeri

Si parte in 70, gara NGN (No Ghera Nesun)? Non direi, qua tra campione italiano, vincitore del XGardaMan e campione del mondo categoria  al Triathlon Cross di Sardegna non c’è che l’imbarazzo della scelta, ed anche il più mite vecchietto che ti sta a fianco potrebbe uscire dall’acqua bei minuti prima di te.

Così mi metto dietro al gruppo al tuffo e cerco di ciucciare la scia; il gioco non mi riesce per niente, e già alla prima boa arranco nelle onde di un Tirreno freddissimo; ne ho bevuta di acqua fredda sul Noce ma qui non mi viene il respiro dal freddo ed ho i piedi gelati! Al primo giro si esce sulla spiaggia e poi ci si rituffa, un’occhiata al cronometro, che lento!!! Puntiamo a sopravvivere valà, che davanti  se ne vanno anche le donne, esco 53esimo con un ritmo impietoso 1’57″/100m.

A cambio tra nuoto e bike do un pietoso spettacolo: barcollo per il freddo, mi accascio nel tentativo di togliermi la muta da triathlon; nonostante tutti i trucchetti carpiti dai ben più avezzi avversari, chip sotto la muta alla caviglia, orologio sotto la muta al polso, la mia seconda pelle non se ne vuole andare; non fosse che mi serve per tre giorni la taglierei! Perso per perso mettiamoci anche i calzini, che altrimenti non riesco a spingere di corsa.

Monto in sella al mio carbocavallo disperatamente tra gli  ultimi e butto sui pedali tutta la rabbia per essere così meritatamente imbranato; i primi che supero mi sembrano dei paracarri, poi man mano che arrivo alle prime donne  aumentano le resistenze nei sorpassi, ma tutti sono gentili  anche in mezzo ai rovi si fanno da parte per farmi passare; ultimi sorpassi prima del cambio, faccio il nono tempo di frazione. Via di corsa ora! il percorso è misto asfalto e terra nelle campagne, incrocio i primi ad un bivio, quel tipo con la barba da hipster che sembrava capitato lì per caso è nel gruppo di testa e ha una falcata niente male; mai fidarsi delle apparenze!

Si battaglia un po’ come piace a me, poi nel finale sulla spiaggia mi impasto un attimo cercando il bagnasciuga dove si infrangono le onde, chiudo con l’ottavo tempo di corsa ad un mirabile ritmo di 3’47” (sarà vero?), a soli 10″ secondi dal podio di categoria!!!!

66976_5S6SHHY65U

Triathlon Sprint Capoliveri GPX data

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.