Naso dei Massodi – Brenta – Scialpinismo 2009

Tempo di lettura: 2 minuti

A22 non mi avrai quest’anno…Con tutta la neve che c’è qui in Trentino a portata di mano ….C’è voglia di Brenta nel gruppo, e EndMax ci consiglia il Naso dei Massodi; io ero per Cima Ceda, ma volentieri cambio itinerario; inoltre ci sono Parolozzo, il mite Willy, Claudio ed Alfonso. Si parte in basso, dall’abitato di Molveno; lunga salita dalla Val delle Seghe fin sotto il rifugio Croz dell’Altissimo; si chiacchera del più e del meno, ed intanto mi lavoro EndMax per il Mezzalama… che sia la volta buona? Sotto il rifugio pieghiamo a sinistra verso il rifugio Selvata su un conoide da salvina; nonostante la nevicata fresca c’è già una debole traccia; ci fermiamo per una pausa al Baito dei Massodi, con vista sui rifugi Tosa e Pedrotti. Qui il nostro tracciatore se ne va e procediamo verso il Naso dei Massodi piegando a destra; EndMax ora traccia su un pendio proprio in piedi; stiamo staccati perché la quantità di neve è proprio tanta, ed alle volte sotto di noi c’è neve dura, altre si sente un pò di vuoto; usciti  dal punto diciamo “apprensivo”  facciamo un lungo traverso verso il Naso dei Massodi; l’obbiettivo era pure il Castel dei Massodi, ma forse la neve non permette oggi una simile salita; vedremo più in là. Traccio io ora in direzione della cima; la quantità di neve mi lacia un pò perplesso; se si staccasse qualcosa qua non ci sono poi tante vie di fuga; sotto di noi  salti di roccia che non perdonano; mi fermo in prossimità della cima; c’è un punto che mi lascia dubbioso e lo traccia EndMax fino in cima; arriviamo tutti assieme per un BergHeil liberatorio. Come scendiamo ora? Chi vorrebbe  a piedi, chi con le pelli, chi senza; parto io con le pelli sotto per rallentare un pò e per il successivo tratto di risalita lungo la cresta; scivolata a chiappe strette e sono fuori dal punto pericoloso, che fatto all’indietro fa molto meno impressione. Due punti ancora e crack! passo sopra un sasso che mi apre in due la pelle; bene, è proprio l’anno giusto questo!!!Non passa gita che non rompa qualcosa… Ora siamo fuori ad uno ad uno e ci godiamo la discesa. Naso dei Massodi KMZ file Le foto sono di EndMaxsvgallery=massodi2009

2 comments to “Naso dei Massodi – Brenta – Scialpinismo 2009”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.