6h Urcis – Mountain Bike 2012

Tempo di lettura: 3 minuti

Ma come, mi avevano detto che con la 29 si asfaltavano anche i gradini…. corpo di mille pollici, che fregatura!!!!

Eh sì perché ormai convinto dalla moda del momento (già vecchia poi, arrivano le 27,5….), da improbabili guadagni di tempi e di confort di guida, sono passato da due settimane alla 29. E’ che l’ho trovata lì sparuta e sola che mi guardava, in mezzo a tedeschi ciccioni  pieni di protezioni con le bici coi copertoni ciccioni pure quelli in quel di Riva; un giovine dal futuro incerto l’aveva comprata e poi lasciata lì insoddisfatto; certo che se la guidi con quella impostazione di guida, con le ruote pompate a 4 atmosfere ci credo che la bici non ti piace.

Quando ci sono montato su ho pensato: “Ma questo non è normo dotato, non è possibile che pedali così”; tutto storto, con le ruote stragonfie e la forcella dura come il marmo…. MA ‘NDO VOT NAR????????

Così l’ho presa al volo; una piccola regolazione dal meccanico  del negozio (ma una volta Riva del Garda non era la mecca della MTB? Questo non capisce una cippa….) e via a provarla sui percorsi conosciuti per vedere se si migliora tanto.

Che posso dire? Che dopo aver fatto l’ultima gara dell’Endurance Tour, 132 km circa alla rispettabile media di 22 km/hsu un percorso infame (io odio i campi di mais, soprattuto se attraversati in senso perpendicolare ai filari….) ma anche guidato sulla riva dell’Oglio posso finalmente dire: GHE VOL GAMBE, ALTRO CHE CIACERE.

Insomma proprio in questa gara le ho prese di santa ragione, ed anche quelli che avevo lasciato ampiamente dietro (tipo all'[intlink id=”2348″ type=”post”]ultima 6h[/intlink] dove ero arrivato terzo) mi hanno sverniciato dalla terza ora in poi.

Pazienza quel Zambelli che va come una moto e che avevo cercato di seguire i primi giri stando a ruota, pazienza il Segata ceh è di un’altra caratura, pazienza il Botti che comunque va forte (e mi ha seminato sul guidato in mezzo al bosco!!!! ARGHHHH!!), ma anche tutti gli altri, no!

Forse che ero da solo, ma proprio a solo ed anche fermarsi per cambiare borraccia diventava un problema in una gara così?

Forse che mi si è mollata la tacchetta della pedalina ed ho dovuto chiedere in prestito una brugola per fissarla alla bell’è meglio perdendo ben mezzo giro?

Forse che il faro era montato male e per un giro non ci vedevo nulla, dovendomi fermare nell’unico posto con la luce per fissarlo sul manubrio?

Sarà tutta una serie di coincidenze, ma se guardo i tempi noto che alle prime due gare sono andato forte, poi in calando; assenza di motivazioni? Voglia? Stanchezza? Lavoro? Bimbi?

Così a mezzora dalal fine mi ha pasato anche il sesto e non lo ho nemmeno visto, poi il settimo e quando ho visto passsare l’ottavo mi sono svegliato dal torpore e prima lo ho seguito, poi sono passato davanti ed ho ricominciato a pedalare forte, concentrato, tirando le curve alla mia maniera…. cosa mi è successo dunque in quelle due ore topiche?

Essere soli non è mai bello, più che per le borracce serve per il morale, soprattutto perché ci si perde lungo il percorso, non si sa in che posizione si è. Lo speaker continua a sparare stupidate senza degnarti di un commento (mi ricordo alla [intlink id=”1472″ type=”post”]24h di due anni[/intlink] fa che facevo segni eloquenti al Malfer d dirmi in che posizione ero….) e tu passi il traguardo sperando di vedere qualcuno che ti dia un’incitamento.

Meno male che ho difeso la terza posizione in campionato, posizione che poteva esser ben più remunerativa se non avessi buttato via la gara della Lunigiana, dove ero secondo fino alla terza ora con una rispettabile media, che è rimasta seconda anche a gara finta.

E comunque sul podio non c’era nessuno ad applaudire, che noia andare alle gare da soli!!!!!

Classifica Urcis 6H

6hUrcis2012

2 comments to “6h Urcis – Mountain Bike 2012”
  1. ma la smetti di girare come un criceto? Noi ci siamo fatti Totoga (con una discesa fra le top 5 di sempre) e la salita alla Vederna dalla parte ripida (piuttosto impegnativa direi …) per un giro dai panorami veramente mozzafiato !!!! Vuoi mettere ???

  2. Eeeeh, bel giro quello, fatto anni fa con Matteo “the Bike”.
    Ma ci rivedremo, ci rivedremo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.