Forcella Magna – Forcella Buse Todesche – Mountain bike

Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo la lunga giornata di ieri, conclusa con una coda infernale a Riva del Garda e una cena al Mc Donalds, ho avuto via libera dalla famiglia.

Mi sveglio alle sei; le tossine della gara di ieri non si fanno sentire; invece l’adrenalina in corpo ce l’ho ancora, e infatti non ho dormito molto. Faccio colazione al volo e poi letteralmente mi fiondo a Calceranica a prendere il primo treno verso est; alle 6:41 salgo puntuale, dopo aver battuto il recordo

Treno della Valsugana in bici

Il treno è semivuoto; con me alcune ragazze che prendono lavoro nei bar del lago e ragazzi di colore che scendono per la raccolta della frutta. Prendere il treno sa sempre di vacanza, e ho pure tempo per riflettere e pianificare a dovere il tragitto. Oggi vorrei allungare questo giro verso forcelal Buse Todesche, percorsa durante l’Alta via del Granito. All’epoca, credo per la stanchezza, avevo pensato che fosse ciclabile: oggi è i lmomento di verificarlo.

Alba sulla Valsugana salendo da Spera
Acqua provvidenziale al rifugio Crucolo: tutto tace alle 8 della domenica mattina
I vicentini però sono già all’assalto della valle. Ponte Conseria strapieno.
Un curioso “Stonenge” sopra Ponte Conseria.
Al rifugio Conseria sosta per una Coca e un panino.
Belli i nuovi adesivi della mia BMC
Primi tratti di sentiero dal PAsso 5 Croci a Forcella Magna: molto divertente.
Fino ai laghetti del LAsteati il sentiero verso Forcella MAgna è fantastico.
I laghetti del Lasteati.
Ciclabilità ottima.
Il sentiero prosegue con alternanza di salite e discese.
Si arriva a Forcella Magna.
Forcella Magna.
Al laghetto di Forcella Magna trovo ristoro della gara Cima d’Asta Sky Race.
Piccola deviazione al Baito dei Lasteati dove oggi c’è anche il coro.
Il sentiero è ciclabile; del resto dove passano i muli ci passano anche le bici.

Devo dire che il sentiero mi ha dato soddisfazione, più nei tratti in salita che in quelli in discesa; ciclabile all’80% fino a Forcella Buse Todesche; ho anche ruzzolato su un tornante, per la troppa foga. Incontrato pochissima gente, ambiente selvaggio e silenzioso.

A Forcella Buse Todesche mi faccio fare una foto.

Parto da Forcella Buse Todesche baldanzoso, e subito inanello una serie di passaggi a zero penalità da manuale; attraverso una tratto pieno di sassi dove tre ragazzi con zaini enormi tra di loro discutono delle mie abilità ciclistiche. Purtroppo poco dopo, in un tratto bellissimo a Baito Scagni sbaglio strada verso i laghetti dell’Inferno, invece che andare a destra verso Malga Nassere.

Il bivio che ho sbagliato.
Posti meravigliosi in Lagorai.
Finalmente dopo per portato la bici per mezzora arrivo alla spianata di Malga Caldenave

Giro bellissimo, in un ambiente selvaggio. Un po’ di portage.

Powered by Wikiloc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.