Cima Vigolana per il canale Stefano e discesa dal Campigolet verso la Pendola – Scialpinismo 2021

Tempo di lettura: 4 minuti

Continua la ricerca di nuove linee sul massiccio della Vigolana: l’inverno è stato quanto mai prodigo di neve e questa mattina ci troviamo pure10 cm freschi dalla bufera di ieri sera. Per di più da lunedì scorso siamo in zona rossa per cui non possiamo spostarci dal comune e quindi facciamo di necessità virtù!

Rispetto al marzo scorso (proprio un anno fa il 20 marzo il lockdown veniva inasprito e ci era vietato persino uscire di casa per fare un giro in bici) almeno possiamo uscire a fare attività sportiva, anceh se singolarmente e rimanendo a 2 metri da altri. Tutti goffi tentativi di normare le attività umane cercando di salvare il salvabile, anceh se appare chiaro che una soluzione l’avremo una volta vaccinati tutti, sempre che nel frattempo il virus muti e non compaiano varianti più pestilenziali.

Obiettivo id oggi il canale centrale tra la cima Vigolana e il frate o la Madonnina; ci sono due varianti da esplorare a seconda dell’innevamento.
Partiamo da Vigolo e imbocchiamo la lavinella appena sopra la Calcarota
Bocca di lavinella in Vigolana
Al bivio tra lavinella e lavina granda entriamo in quest’ultimo canalone
LAvina Granda in Vigolana
Il vallone qui è ampio e meno pendente, si possono calzare gli sci; fa un freddo cane, è tutto ghiacciato, persino la borraccia nello zaino.
LAvina Granda in Vigolana
Prima traccia un po’ Gianmarco
LAvina Granda in Vigolana
Poi per scaldarmi passo in testa io e accelero; ho addosso tutto il materiale invernale, moffole comprese e ho ancora freddo. Si intravede la nevicata della scorsa notte ancora presente a Vigolo Vattaro
LAvina Granda in Vigolana
Ambiente magnifico a due passi da casa.
Bivacco Vigolana e Madonnina in veste invernale
Siamo poco sopra il bivacco, lungo il sentiero estivo che corre lungo le cenge
Scegliamo la variante “Stefano (4,2 dell’indicazione SAT). neve a tratti inconsistente,
Uscita del canale Stefano a Cima Vigolana
Il canale si stringe, c’è un salto di roccia coperto con neve inconsistente; si fa presa con i bastoncini a mo’ di picozza.
Uscita del canale Stefano a Cima Vigolana
L’uscita è un po’ ripida.
Uscita del canale Stefano a Cima Vigolana
Uscita un po’ complicata ma di soddisfazione
Arriviamo al sole, ma non scalda un gran ché, e c’è pure vento.
Verso la Cima Vigolana
In cima Vigolana solo noi oggi; il gran freddo e la zona rossa deve aver tenuto lontano un po’ di gente.
L’altra variante del canale; secondo me si esce abbastanza bene.
Discesa diretta da cima Vigolana e poi senza ripellare saliamo alla cima del CAmpigolet
Cornici in cima Campigolet
ottima la neve di oggi: 10 cm di fresca su un fondo duro
Entriamo nella Pendola
Si scia in mezzo ai larici con il sole alle spalle: che volere di più?
Il canale della Pendola
L’entrata nel canale della Pendola
Bosco di larici e sole alle spalle
In fondo bisogna aggirae un canale un po’ scomodo.

Alla fine giro quasi più alpinistico che sciistico: la Pendola è molto bella nella parte alta ma nella parte bassa, seppur innevata, è molto intricata e i pochi passaggi non rendono la sciata così divertente come a scendere dal becco di Filadonna. Comunque si arriva sciando fino al parcheggio sotto il capitello del Verzér, per cui poco più di 10 minuti a piedi fino al Bersaglio. Dalla cima del Campigolet c’è un invitante vallone che si butta nella lavinella: lì per lì eravamo indecisi se scendere o meno, perché sembrava veramente bello, ma l’inverno non finisce oggi!

Perlomeno quello sciistico, visto che quello meteorologico scadeva proprio oggi!

Powered by Wikiloc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.