24h Val Rendena – Mountain Bike 2010

Cavoli il podio quest’anno è proprio stregato; non bastano i due quarti posti dello scorso fine settimana, anche stavolta MEDAGLIA DI LEGNO!!!

Eh sì perchè ormai anche le 24 sono diventate competitive: non basta più arrivare, bisogna arrivare inn forma per sprintare gli ultimi giri… proprio come è successo senza fortuna a me.

Veniamo con ordine; al via siamo più di 1000 tra squadre e solitari; sono in palio le maglie tricolori “Endurance SOLO”. il gruppo CC Senza Freni mi farà da supporto nonstante sia impegnato nella gara da 8; ci sono tanti amici; il gruppo “Penne Sprint” dei fratelli Zampedri e de lPinci, il gruppo della Tridentum Bike, Daniele con la sua squadra da 8; ritrovo anche il Bertamini, compagno di tante tornate alla 12h della Val di Sole mentre Pellegrini è iscritto alla gara da 4 con la Comano Bike.

Si parte dalla piazza di Strembo; due anni fa ero partito con curiosità tentando l\’avventura a coppie con Daniele; ora mi aspettando 24 lunghe ore e devo dire di sentirmi strano; la condizinoe testata domenica scorsa (soprattutto il recupero dallasera del sabato alla mattinata della domenica) c’è ma una giornata intera sulla sella……

Ho fatto alcune modifiche alla bici; ho montato manopole larghe modello Ergon con cornetti per poter cambiare impugnatura ogni tanto e de iGEAX Mezcal da 1,9″ per aver più scorrevolezza sul tracciato.

E allora VIA! Parto con clam ma i prim igiri sono comunque lanciati; sono quasi 7 km dove si rallenta poco; ci sono parecchi punti in cui ci si incrocia per potersi controllare meglio; forse vad otrroppo veloce? In realtà all’inizio si ha sol oquel pizzico di lucidità in più per tenere alta la media; alcuni giri li faccio sotto i 16′, poi cerco d iassestarmi sui 17-18′ a giro; il mio segreto, se così si può chiamare, è d itenere semrpe gli stessi rapporti, in maniera da capire subito se il ritmo è lo stesso.

Ancora con Paolo.

Dopo un pò raggiungo Bertamini e cominciamoa a fare un pò d igiri assieme; si va via di conserva, un paio di giri io, un paio di giri lui; i lnostro ritmo è buono; purtroppo mi sembra che sul paino non riesco a tenere, ci vuole potenza che non ho?

Mi dicono dai box che sono primo di categoria…. . “Sono con il campione tricolore!” mi fa Paolo, “Eeeeh, la strada è ancora lunga!” ribadisco io, anche se sono soddisfatto della prestazione dopo 5 ore di gara.

24h Rendena con Donato

24h Rendena con Donato

Lo lascio andare, scena già vista alla 9h di Bondo ed alla 12h di Val di sole, ma qui non posso permettermi di saltare; oramai le squadre passano con ritmi forsennati e bisogna stare attenti a farli passare; mi raggiunge anche Donato del CC Senza Freni.

E’ tutto un “Sinistra! Sinistra!” che ti impone di farli passare; ma con tutta questa sinistra riusciremo finalmente a toglierci dai maroni il nano? mi domando?

Intanto si gira e si gira intorno a questo green del camp oda Golf; quando finisco sta gara prendo un enduro e glielo aro tutto mi vien da pensare; l’unico prato che ci fanno fare è così sconnesso che dopo due giri decido di farlo tutto in piedi sui pedali; il sedere fa troppo male. Ho ancora lucidità per scherzare e per fare un saluto ai passanti; mi metto pure in posa per Loredana.

24h Rendena: ancora lucido per scherzare

24h Rendena: ancora lucido per scherzare

Ore 18:30: la caduta.

Comincia ad arrivare la sera e sto pensando di fare una sosta; sono all’ultimo giro (accellero in previsione della sosta) qunaod uno mi si infila sulla destra e mi fa volare nel prato; per fortuna niente di rotto essendo sull’erba, ma il tipo del Lodrone ha pure da ridire!!! Alle mi rimostranze si scusa ma…… c’era proprio bisogno di infilarsi tra me e la transenna senza dire nulla??

Vado ai box sperando di non aver rotto nulla, mi aspeta una bella minestra calda preparata da Giorgia; i ragazzi del CC Senza Freni si prodigano pe mettermi a posto la bici, mi cambio e riparto con un bello slancio… che volere di più??? Addirittura Loredana mi mette il collirio negli occhi; uno dei due è rosso sangue per la troppa polvere.

Sono riuscito anche a cambiarmi ed a mettermi un altro paio di pantaloni più lunghi in previsione della notte in soli 18 minuti!

Ore 21:30, rischio sul salto

Riparto e rivedo il Paolo; evidentemente abbiamo gli stessi ritmi; sono ancora primo di categoria, ma i mostri  della lclassifica assoluta stanno cominciando a prendere il ritmo giusto; facciamo un paio di giri assieme  raccontandoci del più e del meno; mi idce dopo un pò che fa una sosta, non mi accorgo che sta diventando buio, ed infatti su un salto nel prato che non vedo rischio di cappottarmi perché non lo anticipo; è ora di montare il faro.

Ore 22:30: comincia la notte.

Uso quello da scialpinismo sul casco Dynafit; è un pò pesante ma con 10Watt riesco a vedere bene; mangio del riso e riparto; questa volta ci metto un pò, le gambe sono un pò legnose ed il culo fa male; mi aspetta la notte; Giorgia va a dormire  ed Andrea viene fuori a domandarmi se mi serve qualcosa perché sta per andare a dormire; ora sarò solo.

La notte è proprio lunga; c’è un sacco di gente che fa il tifo, c’è abbastanza luce, ma il silenzio cala ed anche quando si passa per l’arrivo è tutto silenzioso; ogni tanto uno dei fratelli Zampedri in attesa di partire mi incita con una foga che quasi mi spaventa…..sto andando in trance???

Ore 3:30: perdo il telefonino.

Giro dopo giro le prestazini calano, ma nessuno si fa vivo; ogni tanto prendo una fetta di torta (buonissima tra l’altro!!) al ristoro, ma qunado mi faccio riempire una borraccia del thé mi pento; bollente e troppo dolce. Tento di chiamare al telefono Andrea ma uno da dietro mi urta e me lo fa cadere….AARGH!!! Devo fermarmi e cercarlo al buio; per fortuna (noto su itempi) perdo solo 5 minuti sulla media.

Le prestazioni rallentano  e per fortuna sopraggiunge Andrea ceh fa il suo turno; rieco a dirgli se mi prepara uun piatto di pasta; oramai i miei giri stanno calando ed il ritmo degli ultimi è sui 25′, troppo, urge una sosta.

Ore 5:30: E’ mattina.

24h Rendena: è' mattina e si vede

24h Rendena: è' mattina e si vede

Andrea mi porta un piatto di pasta; mangio anche un pò di verdura; per fortuna viene giorno, le cose dovrebbero migliorare. Sono molto stanco naturalmente ma riesco a riprendere il ritmo; la luciditàcomincia ad esser eun optional; non mi accorgo nemmeno che siamo in piena mattinata; incrocio nuovamente Paolo (l’ho raggiunto io oppure lui? BOH!) ed anche lui è molto provato; passando all’arrivo scopriamo che lui è terzo, io dovrei esser terzo di categoria; la cosa più difficile è anche quella più importante, sapere come si è messi di categoria .

Ore 10:30: l’errore fatale.

Così capita che cominciano a passarmi un pò in tanti; non mi accorgo che sto rallentando, urge un ripiego; mi faccio passare un GEL, e non mi accorgo che mi passano i due numeri che avevo dietro, il 69 ed il 48; quando capisco da Giorgia che sono quarto cerco di dare il massimo ed infatti i mie tempi scendono, ma non abbastanza; anche gli altri lo sanno e tirano pure loro!!!

L’ultimo giro vedo Zamboni che sta conducendo la gara con la sua squadra; scherzando gli dico che lo lascio passare (io che lascio passare Zamboni????) perché altrimenti mi toccherebbe fare un altro giro, ma in realtà commetto un errore fondamentale; in questa maniera il mio avvesario avrà un giro in più da fare (valido per la classifica Trentino Endurance) ed io uno in meno per poterlo raggiungere… peccato!!

24h Rendena: finalmente finita!

24h Rendena: finalmente finita!

Concludo con 70 giri percorsi, circa 481 km (non potevi farne 500??? Due anni fa in due ne avevati fatti 525!!) ad un giro dal podio assoluto ed a due dal primo di categoria; i primi due come al solito sono dei mostri (79 giri Claudio Pellegrini, 77 Paolo Aste) ma posso sentirmi soddisfatto ed anche sfatto, come si vede da questa foto…

Comlimenti anche alla Menapace che inanella ben 65 giri….. una macchina!!!

24h Val Rendena Classifica Generale 2010

24h Val Rendena Classifica Junior 2010

Comments

comments

6 Comments
  1. e questo we hai riposato spero … complimenti sei una moto, nonostante la paternità !!!!

  2. complimenti ciccio, hai fatto comunque una super prova, sei stato grande…l’an che ven sul podio

  3. –>Daniele,
    non ti ho ancora ringraziato per l’ultimo GEL all’ultimissimo giro della gara!!!
    Ero proprio finito!!!
    Grazie ancora!

    –> KarlHeinz
    pensao che questa domenica ho fatto il mio miglior risultato nel Trentino MTB…a voltei lfisico risponde in maniera inaspettata!!

  4. ci sei alla 12h di dro?? io la faccio in solitaria, anche se la meteo sembra inclemente

  5. Bravo Daniele, così ti voglio.
    Che c’importa di un pò d’acqua??
    Il terreno in quelle zone……. DRENA PROPRIO BENE!!!!

  6. 🙂 bacarospo…. allora ci vediamo giù….se mi doppi troppe volte poi rallenta dai, altrimenti faccio una brutta figura… l’altra sera mentre me la pedalavo in quel di pinè ti pensavo, e mi sono detto: ma chi c…o ha detto che quando uno diventa papà smette di pedalare e spinge solo la carrozzina??? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine