Cima Grosté – Scialpinismo 2013

Bene dai, nella penuria di neve di questo inizio inverno…Alle nove di mattina sulle piste a Campiglio ci sono più scialpinisti che altro; i veri campigliani (ma esistono poi? trovare un vero campigliano è come trovare un vero milanese…..) sono ancora a nanna a smaltire le sbornie della serata del primo italico ponte dedicato alla neve.

L’ambiente  qui in basso (1800m ma al riparo dai venti dei giorni scorsi) è splendidamente innevato, l’aria gelida risveglia in noi scialpinisti la voglia di neve sopita d’estate e si fa assaporare in lunghi secchissimi respiri.

Si esce finalmente al sole, salendo per l’interminabile pista piena di dossi e lunghi piani; si entra nel regno dello snowboard ,e qui bisogna stare attenti a non entrare nella traiettoria di qualche “jump-back” “back-fot”, “minchia-three-sisty” o altre diavolerie; insomma, toglietevi dai maroni voi che salite controcorrente che noi c’abbiamo la tavola sotto i piedi e l’aria sotto la tavola.

Ci defiliamo da questo angolo di perdizione e ci infiliamo nel regno del freddo all’ombra del Grosté; poca neve spazzata dal vento, ci aggiriamo tra rocce che affiorano dal bianco come di 200 milioni di anni fa affioravano, inconsapevole sabbia, dall’acqua.

Il canale del Grosté è ghiacciato; aspetta che mi ricordo come togliermi gli sci e salire a piedi senza volare fino  in fondo già che ci sono; arrivati alla sella guardo il canale di accesso alla vetta che mi invita con una sottile lingua di neve e ghiaccio; che dire, vediamo se mi ricordo ancora come si usano picca e ramponi.

In realtà il canale è al limite (ma i limiti si sa, servono per essere superati) ma ci si passa agilmente ed in poco sono in vetta; bello, sono passato qua sotto parecchie volte per la gara e non ci ero mai salito.

Cima Groste GPX file

Comments

comments

3 Comments
  1. per fortuna hai abbandonato l’idea del bike+ski in Bondone … ti ho pensato ieri mentre correvo verso le 9 e l’idea di girare in bici a quelle temperature non mi allettava …

  2. Invece ti dirò che il freddo gelido e secco mi attira…… Che sia l’iditabike il prossimo obiettivo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine