Cima d’Asta – Scialpinismo 2015

Tempo di lettura: 1 minuto

Aaah, mi mancavano certi panorami, il bianco delle cime, un po’ di ramponate, ed un paio di belle discese a tutta.

Dopo un’altra settimana di raffreddore fortissimo (con una tregua al triathlon dello Stoanmonn) ho deciso di andar ea prendere un po’ di aria fina su per le vette. Troppo fiacco per fare la gara di Cima d’Asta ho seguito il percorso cercando di anticipare i migliori, ma pur con mezzora di vantaggio (anche se ero bolso perché partito dal Campeggio e non da Malga Sorgazza, con 400 metri di dislivello in più) mi hanno passato via prima dell’imbocco del canale della cima; i primi due, Reichegger ed Holzneck avevano una marcia in più, e sciavano anche sulle zete, dove i comuni mortali per la pendenza e la stanchezza accompagnano  i propri passi appoggiandosi ai bastoncini. Un altro pianeta insomma.

Mi sono poi divertito vedendo faticare un po’ di amici, e sciando al meglio nelle belle discese; era da un po’ che non facevo fuoripista!!!

 

Cima d’Asta malga Socede GPX file

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.